meteo

google

mail w

facebook

new02

Novità venite a trovarci anche su “Elettronica PRO”

assieme ai manuali più aggiornati troverete anche le schede dei cercametalli utili per un rapido confronto

new02

normativa cookies

tdi pro comandi

Il TDI Pulsescan Pro utilizza una batteria ricaricabile agli ioni di litio. Questo tipo di batteria fornisce alte prestazioni e a parità di peso supera di gran lunga altri accumulatori che hanno caratteristiche di potenza simili. Esso fornisce una tensione nominale di 14,4 volt, e circa 500 mA di corrente durante l'uso che garantisce circa 8 ore di ricerca . Una spia a led verde indica lo stato della batteria in tempo reale , se la spia si spegne bisogna interrompere la ricerca per non danneggiare la batteria stessa. Una carica completa impiega minimo 7 ore , a carica massima completata il caricabatterie si blocca  automaticamente . E’ disponibile una caricabatteria da inserire nell’ accendisigari dell’ automobile che garantisce una ricarica in 3 ore .

BingSiteAuth


I TDI è il più pesante tra i rivelatori white’s con i suoi 5 kg abbondanti di peso complessivo , nonostante ciò l’ottimo bilanciamento nella distribuzione dei pesi e la possibilità di staccare il box controlli per collegarlo in cintura elimina in modo definitivo la problematica del peso
 

tdi pro  box smontabile
tdi pro on off

ON /OFF gain . la rotazione di questo comando a pomello determina l’accensione e lo spegnimento del cerca-metalli . L’impostazione al livello del GAIN (letteralmente … guadagno ) aumenta o diminuisce l'amplificazione del segnale PURO ricevuto , determinando la potenza assoluta del segnale con la quale il Pulsescan TDI Pro si sente un bersaglio , tale segnale (operando in modalità discriminativa) è però fortemente influenzato dal terreno e dalle interferenze esterne . Queste interferenze vengono eliminate dal procedimento di bilanciamento GROUND , ma l’impostazione del gain influenzerà in modo determinante la procedura di bilanciamento .Un gain troppo basso renderà il TDI PRO poco performante , un gain troppo alto (utilizzato in ambienti difficili) renderà il livello di disturbo più alto del livello di TRESHOLD (il ronzio di fondo)…… detto più semplicemente ….. renderà il cercametalli instabile.

VOLUME . La regolazione volume aumenta o diminuisce il controllo del volume audio . Questa impostazione influenza sia le risposte di destinazione che il livello di soglia. IL consiglio è di mantenere un volume alto (senza però causare disturbi all’ udito !) in modo che tutti i segnali possano essere ben udibili poi regolare il livello di soglia o ronzio (treshold) proprio in funzione del volume audio impostato … e per ogni variazione del volume procedere a riequilibrare la soglia. Quando si usano le cuffie con controllo del volume, può essere meglio lasciare il controllo del volume TDI Pro al massimo, riducendo il volume con il controllo del volume della cuffia.

tdi pro volume
tdi pro treshold

TRESHOLD . La soglia permette di regolare il ronzio di fondo esso per garantire le migliori condizioni di ricerca deve mantenersi costante , lieve e continua durante tutta la ricerca . In tal modo il TDI PRO fornirà la sensibilità migliore in assoluto e vi darà una reale situazione degli effetti delle vostre impostazioni  rispetto all’ elettronica del metal detector , in pratica vi farà sentire se l’elettronica del cercametalli sta eseguendo una ricerca lineare o difficoltosa !

TARGET CONDUCTIVITY- Questo controllo non è altro che l’impostazione che sui metaldetector VLF (M6 MXT DFX ecc …) è il discriminatore ….. , questa funzione in un metaldetector ad impulsi per sua propria natura non opera in modo altrettanto performante ,ma permette ugualmente all'utente di scegliere se ascoltare solo obiettivi a bassa conducibilità, solo obiettivi di alta conducibilità, o entrambi i tipi di obiettivi con segnalitdi pro discriminazione audio distinti. Bersagli a bassa conducibilità, (come piccole-medie pepite d'oro, piccoli anelli d'oro, anelli d'argento molto piccole , piccole monete d'oro, Nickel, piccole monete in argento sottile, piccolo bronzo, monete romane, piccoli pezzi rotti di ferro, di alluminio di piccole e medie tappi, e punte di piccoli chiodi, ecc ) emetteranno un suono acuto. Gli obiettivi molto conduttivi (come monete , schegge ecc )produrranno un suono con tonalità più bassa. Anche se questo può sembrare poco intuitivo, si è notato che in tal modo la qualità dell’ affidabilità delle risposte è migliore e la ricerca più fruttifera . Se l'interruttore si trova nella posizione HIGH, il TDI non produrrà un segnale quando la bobina passa su un target poco conduttivo. Viceversa, se la leva si trova nella posizione LOW,solo gli obbiettivi poco conduttivi solo produrranno una risposta. Tali risposte sono relative alla bobina standard ,cambiando bobina con piastre accessorie le risposte potrebbero essere differenti e in alcuni casi addirittura invertite in quanto il segnale inviato alla scheda potrebbe essere notevolmente differente !
IMPORTANTE – TARGET CONDUCIBILITÀ funziona solo quando il GEB FINE è ON.
Se GEB FINE è OFF, è necessario impostare il TOGGLE CONDUCIBILITÀ ALL o LOW
Se GEB FINE è OFF e l'interruttore CONDUCIBILITÀ è impostato su HIGH con non ci sarà risposta su qualsiasi oggetto metallico
.

tdi pro frequenze

FREQUENCY Questo controllo permette piccoli aggiustamenti verso l'alto o verso il basso della frequenza degli impulsi del trasmettitore. E’ simile a un variatore di frequenza trovato su rivelatori VLF ed è utilizzato per contrastare qualsiasi interferenza che possa essere dovuta a sorgenti elettromagnetiche esterne, come le stazioni radio, microonde, onde corte, le recinzioni elettriche, linee elettriche, fulmini, tempeste elettriche o altri rivelatori di metalli utilizzati nelle vicinanze. Questa interferenza da contrastare è facilmente riconosciuta essendo un gorgheggio o un gracchio pulsante della soglia di audio che si ripete in modo fastidioso ( può mascherare i segnali ricevuti). Il TDI Pulsescan Pro dispone di una gamma di frequenza di 3,25 kHz a 3,37 kHz impulsi al secondo. Il vantaggio derivante da tale impostazione è a tutto vantaggio della stabilità , maggiore stabilità permette impostazioni più performanti sia di gain che di bilanciamento del terreno .

PULSE DELAY Il TDI Pulsescan Pro trasmette un impulso seguito da una pausa prima dell’ impulso successivo, durante il quale i segnali ricevuti vengono analizzati. Tale impostazione modifica il tempo tra la fine di ogni impulso del trasmettitore e l'inizio del periodo di campionamento del segnale. Il ritardo di impulso viene misurata in microsecondi (uS) in quanto il TDI invia circa 3000 impulsi al secondo. Il controllo può essere impostato da 10 uS a 25uS il valore selezionato può agevolare il ritrovamento di target specifici . Più basso è il valore, più il metaldetector ad impulsi risulta sensibile per gli obiettivi a bassa conducibilità o molto piccoli ( Quindi impostata bassa sarebbe l'impostazione preferita quando si cercano pepite d'oro o piccoli gioielli d'oro in spiaggia , ma naturalmente a 10 uS anche i piccoli frammenti di spazzatura di ferro sono  più facilmente individuati). D'altra parte, più alto è il valore, più sensibile è il TDI su obiettivi altamente conduttori come il rame o argento rileva più in profondità obiettivi di dimensioni elevate in quanto l'aumento del ritardo di impulso verso il 25 uS può minimizzare i segnali mineralizzazione di terra. (Ci vorrà tempo ed esperienza per imparare come regolare il giusto ritardo per ottimizzare il rinvenimento di obbiettivi specifici).
Cosa importante da ricordare è che ogni volta che si cambia Pulse Delay, è necessario controllare e regolare il bilanciamento a terra .

tdi pro bilanciamento
tdi pro delay

 GEB, Fine & Coarse (GROUND EXCLUSION BALANCE)- Questi due controlli GEB Fine & COARSE regolano e bilanciano il TDI PRO rispetto alle interferenze derivanti dalla mineralizzazione del terreno . FINE fa piccoli ritocchi COARSE o GROSSOLANA opera interventi importanti. Entrambi si attivano solo quando il controllo FINE è attivato fuori dalla posizione OFF.
Quando FINE GEB è in posizione OFF, il TDI Pulsescan Pro risulta uno spartano rilevatore ad impulsi che sente tutti i target di metallo senza Variabile Audio, non ha alcuna opzione TARGET CONDUTTIVITÀ, e bilanciamento di terra.
 Il Bilanciamento del terreno deve essere effettuato con il controllo Target conducibilità impostata su all.
Per effettuare il bilanciamento posizionare entrambi le manopole fine e coarse a metà corsa , diciamo a “ore 12” quindi concentrarsi sulla piastra alzandola e abbassandola lentamente su e giù da pochi centimetri fino ad una trentina dal suolo valutando in modo accurato i suoni. Ora si sentirà il tono alto della mineralizzazione ferrosa del terreno quando la piastra si avvicina al suolo. Avviare la rotazione della manopola coarse (grossolano) lentamente in senso orario, proseguendo il movimento della piastra finchè il disturbo resta sotto il ronzio del suono di soglia.. poi ripetere il movimento in senso opposto e definire la zona di equilibrio , quindi passate a regolare il comando fine nello stesso modo  per ottimizzare il procedimento .
Questa zona di quiete, dove si sente solo il ronzio leggero della soglia, è dove il TDI Pulsescan Pro è equilibrato e in grado di ignorare il suolo. Dovrete girare le manopole molto lentamente, con incrementi molto piccoli per raggiungere il punto più preciso per l'eliminazione delle sostanze minerali del terreno.
Se si cambia il gain o Pulse Delay, è necessario verificare e ri-regolare l'impostazione di bilanciamento del terreno , ma in questi casi  è sufficiente controllare solo l’impostazione FINE . se durante la ricerca si cominciano a sentire rumori ,falsi segnali e disturbi è necessario ripetere l’intera procedura di Bilanciamento . Se il bilanciamento risulta impossibile, ridurre GAIN e riprovare.
Se in terreni molto disturbati il bilanciamento risulta impossibile eliminate la funzione discriminativa utilizzando il TDI PRO come un metal ad impulsi puro ruotando il comando FINE completamente in senso antiorario per off. La circuiteria Pulsescan TDI Pro gestisce la mineralizzazione terra con la sua intrinseca capacità di induzione di impulsi. Tutti gli obiettivi saranno ora vengono identificati dallo stesso suono. Il vantaggio si ottiene in profondità lo svantaggio è che si scava tutto.

 


 Con il tempo e l’esperienza vi accorgerete che in molti casi le impostazioni ottimali per la vostra ricerca saranno più o meno le stesse e vi basterà accendere il metal , bilanciarlo e partire in ricerca , ma visto la complessità del metal ad impulsi White’s TDI PRO è bene sapere e conoscere tutte le funzioni per essere in grado di utilizzarlo al 100 %
 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Continuando la navigazione accetterai il loro uso.Accept Read More
Privacy & Cookies Policy

 

In collaborazione con MEDIAELETTRA .
mediaelettra@mediaelettra.com
Electronics Company Italy 
Via Pediano 3A 40026 Imola Italy
Tel / fax 0542 600108 P.iva 02689511208
 www.metaldetectorpro.it

mediaelettra