meteo

google

mail w

facebook

new02

Novità venite a trovarci anche su “Elettronica PRO”

assieme ai manuali più aggiornati troverete anche le schede dei cercametalli utili per un rapido confronto

new02

normativa cookies

BingSiteAuth

 

 

1.MAI assemblare e mettere in funzione prima di aver letto il MANUALE D'USO.

 

2.Operare sempre all’ aperto , la potenza dello strumento , i disturbi elettromagnetici e la quantità di metalli presenti in una casa non permetteranno di capirci nulla!

 

3. NON USARE ALTRI metal DETECTOR O DISPOSITIVi Che emettono onde elettromagnetiche entro 10 m dall’ apparecchio .(P.S. per intenderci , il cellulare potrebbe causare interferenze o non funzionare …. Fate le vostre prove!)

 

4. Evitare di sbattere la piastra e la centralina cercando altresì di operare con movimenti delicati .

 

5. NON esporre la piastra a fonti di calore dirette

 

6. NON esercitare forza bruta durante il montaggio con i giusti movimenti si monta tutto.

 

7. NON esporre la batteria al calore o al gelo . la carica va effettuata a temperatura ambiente e si consiglia di operare a batteria completamente carica.

 

8. NON esercitare pressioni sullo schermo LCD.

 

9.a volte metalli sepolti da molto tempo possono assumere cariche particolari che potrebbero ingannare lo strumento nella rilevazione del metallo in questione

SCATOLA DEI COMANDI

 

 

 

1 - TERRA: La pressione di questo pulsante permette di passare alla modalità “GROUND” di bilanciamento dalla Modalità esplorazione di ricerca

2 - SETUP: è il pulsante che consente di entrare nel menu delle Impostazioni di base ,sensibilità

,volume,illuminazione dello schermo e ricerca con o senza la rilevazione del ferro.

3 - PROFONDITA ': consente al dispositivo per passare alla schermata dove immettere le dimensioni per poi scansionare la profondità.

4 - RECORD: permette di passare dalla schermata di analisi a quella della registrazione . Jeohunter infatti e' capace di salvare l'analisi degli oggetti e dei terreni scansionati, dentro ad una sua memoria interna, affinche' possano poi essere recuperate in futuro per una piu' accurata visione e studio, senza dover usare ulteriori ed aggiuntivi computer.

 

5 - RESET: utile per resettare il bilanciamento in caso di disturbi o prima di effettuare un’analisi .

6 - "-": meno.

7 - "+": più.

8 - SCAN: consente l'analisi di un obiettivo rilevato .

9 - ACCEPT: approva la relativa funzione , permette di entrare in modalità esplorazione e qui consente di passare al menu precedente dopo aver confermato una scelta..

10 - SELETTORE: accende e spegne lo strumento

 

CARICARE LE BATTERIE:

Quando il caricabatterie è collegato alla corrente senza alcuna batteria inserita si accende la luce verde sul caricabatterie e si sente un breve suono di allarme.

 

Quando una batteria difettosa è collegato al caricabatterie la luce verde sul caricatore lampeggia 5 volte , si sente un segnale acustico breve e la luce verde si trasforma in rossa, lampeggia ripetutamente e si sentono frequenti bip di allarme. In tal caso la batteria è inutilizzabile ed è meglio contattare il produttore.

 

Una batteria è carica quando collegata al caricabatterie luce verde sul caricatore lampeggia, si sentono

5 bip brevi, la luce verde si trasforma in gialla, lampeggia ripetutamente e produce frequenti bip .

 

Una batteria è scarica se collegata al caricabatterie luce verde lampeggia 5 volte , si sentono 10 brevi segnali acustici e la luce verde si trasforma in blu lampeggia per un breve periodo. Durante questo periodo il caricabatterie imposta la ricarica. Quando l'impostazione è completato un segnale acustico breve si sente e la inizia la ricarica vera e propria. La batteria è completamente carica quando si sente uno breve segnale acustico e la luce blu si trasforma in verde. Durante la carica la luce blu lampeggia a intervalli sempre più frequenti man mano che ci si avvicina alla carica completa

ATTENZIONE: Durante il periodo di impostazione della carica non scollegare il batteria dal carica batterie. Il periodo di carica necessaria per una batteria completamente scarica si aggira attorno alle 10 ore , la durata delle stesse si aggira sulle 4 ore

FUNZIONAMENTO in modalità <GROUN

Girare il commutatore (10) su "ON" . il sistema rileva se tutti i componenti sono collegati correttamente quindi se è tutto ok si prepara ad avviarsi

 

Se la piastra non è installata sul dispositivo verrà visualizzato un avviso sullo schermo. Subito dopo l’accensione spie luminose sul fondo dello schermo lampeggeranno , se c'è un guasto nella piastra apparirà la scritta " HEAD FAULT “o nel sistema vero e proprio " System Fault " e un allarme sonoro metterà in guardia l'operatore. In questo caso bisogna spegnere il dispositivo, controllare i connettori e provare a riaccendere il dispositivo. Se l’allarme persiste è necessario contattare il servizio di manutenzione. Fate molta attenzione a collegare in modo completo il connettore della piastra alla scatola comandi in quanto la custodia di pelle ne ostacola l’inserimento e il bloccaggio della rotella filettata di sicurezza.

 

Controllo di livello di carica della batteria:

nella parte bassa dello schermo c’è un’ icona che indica lo stato della batteria. Quando la carica diminuisce il dispositivo potrebbe modificare le proprie caratteristiche di ricerca .Si consiglia perciò di cercare a

batterie cariche e adeguare i settaggi quando la carica della batteria diminuisce . Si consiglia di non esaurire mai completamente la batteria , perché questo potrebbe portare a difficoltà nella ricarica!

 

Scelta dei menu:

il passaggio da un menu al successivo impiega circa 1 o 2 secondi , attendere sempre prima di premere in modo casuale e ripetuto i pulsanti , questo non fa altro che rallentare il sistema fino a impallarlo!

premendo "SETUP" (tasto 2) si entra nella barra delle regolazioni e da qui si può scegliere il livello di luce

, suono , sensibilità , e discriminazione del ferro da qualunque modalità ci si trova . I livelli vengono visualizzati in % . La scelta del menu desiderato si effettua premendo "+" e "-" (6 & 7). A regolazione effettuata premere il pulsante "Accetta", l’ indicatore della barra passa dal giallo a verde. Per passare alla modalità precedente premere il tasto "SETUP" .

Regolare il livello di lucepartendo dalla selezione del menu già effettuata (menu verde )premere i tasti "+" e "-" fino alla regolazione della luce desiderata e quindi confermare la scelta con il pulsante il pulsante "Accetta". La barra dal colore verde torna gialla .Per passare alla modalità precedente premere il tasto "SETUP" .

Adeguamento del Livello sonoro:partendo dalla selezione del menu già effettuata (menu verde )premere i tasti "+" e "-" fino alla regolazione “suono” gradita e quindi confermare la scelta con il pulsante il pulsante "Accetta". La barra dal colore verde torna gialla .Per passare alla modalità precedente premere il tasto "SETUP" .

Adeguamento della sensibilità a :partendo dalla selezione del menu già effettuata (menu verde )premere i tasti "+" e "-" fino alla regolazione della sensibilità più adatta e quindi confermare la scelta con il pulsante il pulsante "Accetta". La barra dal colore verde torna gialla. Per passare alla modalità precedente premere il tasto "SETUP" .

Adeguamento della modalità FERRO : ossia discriminazione di piccoli oggetti ferrosi partendo dalla selezione del menu già effettuata (menu verde )premere i tasti "+" e "-" selezionando “iron “ on o off questo permette di accettare o rifiutare il ferro (di piccole dimensioni) nella ricerca ,premere “accetta per confermare la scelta e “setup” per uscire.

 

La funzione Reset:

Durante l’utilizzo il dispositivo può essere soggetto a interferenze che si manifestano con rilevazioni contrastanti nello schermo e allarmi sonori .Premendo il pulsante "RESET" sul box si azzera la taratura . (cioè riporteremo lo strumento alla taratura originale fatta con il bilanciamento a terra(GROUND) che vedremo subito nel prossimo paragrafo.E’ necessario fare attenzione di non azzerare sopra un obbiettivo , questo infatti porterebbe a tarare lo strumento in modo errato e a perdere sensibilità e profondità. È buona regola resettare di tanto in tanto , infatti si può passare da terreni più disturbati ad altri meno dove il jeohunter potrebbe essere più performante

REGOLAZIONE DEL TERRENO

Nel nostro Paese la conformazione ,la tipologia e la composizione del suolo variano in relazione alla zone , addirittura in alcuni campi può variare di frequente (sabbia, calce, terra rossa con un contenuto di mineralidenso, formazioni rocciosa, ecc.) Queste variazioni nella composizione del terreno sbilanciano il rilevatore e possono produrre disturbi che si manifestano come rilevamenti di metallo o di vuoto. Quindi prima di cominciare la ricerca dobbiamo impostare le caratteristiche del suolo nel rilevatore in modo tale da escludere tutti gli effetti fuorvianti che possono derivare dal terreno .

Impostare bene Ground è la più importante taratura per garantire esplorazioni efficaci.

Pertanto, l'operatore dovrebbe essere un acuto osservatore e dovrebbe essere in grado di comprendere le differenze del terreno e operare una nuova calibrazione già prima che lo strumento sia messo in allarme dai falsi segnali (per esempio il passaggio da un terreno asciutto ad uno bagnato , o da un terreno compatto

ad uno mosso , da una riva sassosa ad una piana sabbiosa , ad una argillosa ecc ………)

Il procedimento per il bilanciamento deve essere fatto prima di cominciare la ricerca e comunque quando le caratteristiche del terreno cambiano .

 

1.1. Dopo l’accensione sullo schermo appare il menu ground automaticamente. Se si è in altri menu è necessario premere il pulsante omonimo(1)

 

1.2. Sollevare la testa del rivelatore 40 centimetri da terra e premere il pulsante "RESET".

 

2.1. Quando è in modalità “terra” l'effetto del terreno su il dispositivo viene visualizzato, come "effetto suolo".

 

2.2. Assicurarsi che non vi siano metalli o vuoti nel terreno dove nel punto dove decidete di impostare lo strumento ; nel dubbio potete ripetere il procedimento in un altro punto in una zona vicina.

 

2.3. Sollevate la piastra a "40 cm" sopra il terreno quindi abbassatela fino ad un’altezza di 5- 10 cm" mantenendola parallela al suolo.

 

2.4. Se non vi è alcun disturbo sul dispositivo non vi è alcuna disturbo e apparirà in basso a sinistra la dicitura "Ground Impostazione 100% Completato ". In questo caso il dispositivo è pronto e si può passare alla modalità explore premendo il pulsante "Accetta".

. Nel caso in cui il bilanciamento non sia perfetto si può operare manualmente premendo i tasti "-" o

"+" fino a quando questo effetto viene eliminato e viene visualizzata la dicitura "Ground Impostazione

100% Completato ".

OSSERVAZIONE : la scelta di operare con off set è personale ! cioè si può lavorare in modo sbilanciato  volontariamente  e le conseguenze sono  con uno sbilanciamento positivo il metal è più sensibile ,,ma più soggetto a disturbi con un bilanciamento negativo più stabile ma meno sensibile . A volte l’esperienza vi porterà a cercare con off-set negativi pur di tenere sensibilità più alta , perderete nei piccoli oggetti ma guadagnerete nei grandi e profondi …..

 

2.6. Se non siamo in grado di eliminare l'effetto suolo impostando un bilanciamento esatto diventa necessario diminuire il livello di sensibilità di un livello alla volta (in quanto al calo della sensibilità corrisponde anche una diminuzione dell’ efficacia di ricerca) e ripetere l'operazione precedente.

2.7. se il ronzio di sottofondo è troppo alto quando si passa su di una zona priva di targhet allora è sintomo di forti disturbi o del terreno o di natura elettromagnetica . Se i disturbi non possono essere eliminati ,(spegnendo il cellulare o controllando di non avere per esempio ferro nelle scarpe!) è necessario abbassare la sensibilità

 

FUNZIONAMENTO in modalità <EXPLORE>

Terminata l’impostazione "GROUND” premere "ACCETTO" per passare alla modalità explore

Alzare la piastra a circa 40 centimetri da terra e premere il tasto "RESET" .abbassare quindi la piastra a circa 5 cm dal suolo e iniziare a muoverla lentamente a destra o sinistra cercando di mantenerla parallela al terreno.

Quando il dispositivo rileva un metallo o un vuoto produce un allarme sonoro e viene data la probabilità di cosa può essere come da figura sia con il grafico in alto nella schermata che con il relativo %”

 

Nel caso si fosse in presenza di cavità il grafico si presenta come segue .E’ bene osservare il grafico in alto che riporta lo storico della ricerca per un discreto lasso di tempo, così da avere una visione d’insieme per capire se la zona è pulita o inquinata o se la taratura è sbagliata o da ripetere

 

Se invece l'obiettivo è un metallo il % della cavità andrà a 0 e si innalzerà quella del metallo. A questo punto lo strumento darà un indicazione aggiuntiva distinguendo tra ferro

 

o metallo più” nobile” (alluminio , bronzo , ottone , rame ,argento , oro ….. per intenderci)

 

 

Quando si rileva un segnale , ripassare sopra allo stesso più volte per essere sicuri di escludere qualche falso o disturbo , nel caso di risposte incongruenti o non chiare provare a rifare il reset sopra un’area pulita e ricontrollare il suono del targhet.

 

ANALISI DEI RILEVAMENTI

Per ottenere un rapporto attraverso l'analisi del target rilevato durante esplorazione bisogna prima cosa trovare un obbiettivo , quindi resettare con il piatto in una zona pulita, Tenere premuto il tasto SCAN e passare molto lentamente sopra l’obbiettivo , in questo modo il dispositivo ha il tempo di fare l’analisi quindi rilasciare il "SCAN" non appena aver superato l'obiettivo

Dopo questa operazione il metal presenta il rapporto dell’ analisi elencando un grafico generato e soprattutto il tipo di metallo, la magnitudo e altri effetti ambientali rilevati .

 

In funzione della velocità con la quale si fa passare la piastra sopra l’ oggetto si avranno grafici 3D di dimensioni differenti perciò per avere dei riscontri veritieri sarebbe bene individuare con precisione le zone dove sono sotterrati gli oggetti e passarle sempre con velocità simili tra loro!

 

 

DEFINIZIONE della profondità:

Per rilevare la profondità del target durante la ricerca premere il tasto "profondità" (3) dopo aver rilevato l’obbiettivo

 

In primo luogo le dimensioni dell’ oggetto devono essere rilevate in ricerca con la procedura descritta nel menù di aiuto (HELP) selezionabile con i tasti + e - e “accetta. Non importa se lunghezza e larghezza vengono invertite , quello che veramente è importante è inserire misure corrette e non gonfiate da un errato azzeramento , in quanto questo porterebbe ad un’analisi errata

 

Per inserire la larghezza determinata andare su Width "Larghezza e impostarla " utilizzando "+" e "-" . Premere il tasto tasto "ACCETTO" per far tornare la scritta verde .

Stessa procedura per la lunghezza ”lenght”.

Premere il tasto "SCAN" e passare sopra il target con la piastra fino ad oltrepassarlo e rilasciare il "SCAN" Dopo questa operazione il dispositivo presenta un "Analysis Report" dove in base al segnale e alle dimensioni inserite verrà calcolata la profondità

Premere il pulsante "Accetta “ per retrocedere nei menu fino a quello che si desidera.

 

Memorizzare e rivedere le analisi salvate:

Per salvare un’analisi premere il pulsante "Record" al termine dell’ analisi prima di premere “accetta” , attendere un messaggio di conferma e quindi premere "Accetta".

Per esaminare i dati in un secondo momento premere il tasto "record" e muoversi tra i salvataggi con i tasti + e – e premere accetta sul salvataggio desiderato

 

Per cancellare il salvataggio premere cancella , per uscire “ uscita”

 

 

Ecco un piccolo specchietto che presenta in base alle dimensioni dell’ oggetto la profondità alla quale può essere rilevato

 

 

 

NOTE FINALI

 

1 il grafico in presenza di vuoti invece che essere gonfiato e rosso è affossato e blu

2 alcune volte la presenza di un muro in mattoni sotterrato viene rilevato come un vuoto , forse per la differente densità rispetto alla terra

3 un oggetto dentro una cavità viene dato con un avvallamento blu con un vertice rosso o verde.

4 per oggetti molto lunghi è bene tenere una buona velocità di passata durante l’analisi . altrimenti si vedrebbe solo un unico grande rigonfiamento .

5 rileva una monetina da 50 cent a 30-35 centimetri , ma il peso , l’ingombro , l’esigua durata delle batterie e le sue altre funzionalità consigliano un utilizzo differente , per ricerche mirate in aree con bassa densità di piccoli rifiuti che visto l’enormità della piastra la maggior parte delle volte sono scambiati per disturbi

sovrapposti .

 

Buon divertimento a tutti !

 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Continuando la navigazione accetterai il loro uso.Accept Read More
Privacy & Cookies Policy

 

In collaborazione con MEDIAELETTRA .
mediaelettra@mediaelettra.com
Electronics Company Italy 
Via Pediano 3A 40026 Imola Italy
Tel / fax 0542 600108 P.iva 02689511208
 www.metaldetectorpro.it

mediaelettra